Rimpianti zen

Sedici anni: li vedi affannarsi e rincorrere un’emozione dietro l’altra, enormi entusiasmi e disperazioni totali, energie per spaccare il mondo e poi nessuna voglia di uscire dal piumino. Sentimenti forti, esasperati, bellissimi, conditi da risate luminose, allegre, piene di vita. Tu li guardi e sorridi sorniona perché dall’alto dei tuoi mila mila anni hai imparato a gestire tutto questo. Ci hai messo quasi cinquanta anni ma adesso, cari miei, non ci si dispera più, non ci si fa venire il batticuore per nessun incontro in particolare, le difficoltà non ti smuovono, si affrontano con la quasi totale tranquillità perché hai visto di peggio e hai imparato a dare il giusto peso alle cose.

Però a pensarci bene ti manca, ti manca un po’… perché eri così come sono loro, anzi forse lo eri di più, eri precisamente il caos, l’esatto controllo dell’equilibrio. Per te tutto era bianco accecante o nero inferno. Quante sere a versare lacrime, a disperarsi e quante invece a ridere a crepapelle, a provare emozioni enormi, spaccacuore, con la testa libera e tutto il mondo davanti da prendere e smontare con le mani.

Ora tocca a voi e allora l’unica cosa che posso dire è di godervela tutta, ma proprio tutta, perché noi adulti molto spesso sappiamo già come andranno le cose ma il bello sta nel fatto che voi no, per niente, non lo sapete e vi toccherà scoprirlo da soli.

Buona strada ragazzi

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...